Ogni scelta modella la tua vita. Diventa consapevole delle tue scelte

I governi Berlusconi ci hanno abituato ad attacchi alla magistratura a tutto campo: sia mediatici, attraverso giornali e televisioni in pieno assetto da propaganda, che politici, attraverso ministri e ministeri, di solito quello della giustizia appunto, e anche sanzioni personali, di solito tramite procedimenti disciplinari del Csm.

Oggi invece, nella calura di agosto e nel silenzio assordante dei media allineati (nelle mani di industriali, partiti, banche, imprenditori, eccetera), oggi assistiamo all’accerchiamento dei pubblici ministeri che indagano sulla trattativa tra stato e mafia all’inizio degli anni 90.

Parlo di accerchiamento perché gli attacchi ai magistrati vengono oltre che dalla politica, soprattutto dalle più alte istituzioni dello stato: il Quirinale, il Csm, l’Avvocatura dello stato e perfino la Cassazione.

Qual è il problema?

Il problema è che le indagini sembrano poter dare risposta alle molte domande su quelle trattative avvenute agli inizi degli anni ’90 tra la mafia ed elementi di spicco delle istituzioni, uomini che hanno fatto quello che hanno fatto non in nome dello stato o dei cittadini e che in diversi ancora oggi siedono tra le poltrone della politica. Uomini politici di spicco allora e di spicco oggi, che non voglio affatto rispondere delle loro azioni di fronte ai giudici.

Qualche giorno fa, sul sito del Fatto quotidiano, una lettrice ha invocato una raccolta di firme dei cittadini che dimostri alla politica che i magistrati non sono soli e che i cittadini non sono stupidi né ignari e vogliono sapere chi ha trattato con la mafia.

In questo piccolo spazio ti invito ad aggiungere la tua adesione all’iniziativa. Solo un minuto del tuo tempo, un piccolo contributo per cambiare la storia dell’Italia.

Qui trovi la pagina per l’adesione, qui l’intervista di Camilleri sull’iniziativa.

Grazie dell’attenzione e a presto ;D

Commenti su: "La giustizia sotto assedio" (1)

  1. Già fatto!
    Elena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: